Lipari! Ritratto di…

… evvabè, avete capito bene, di una capra. Qualcosa di male? 🙂

E allora ne aggiungo un’altra. Stesso problema! 😉

Annunci

9 thoughts on “Lipari! Ritratto di…

  1. Alquanto scuretto il soggetto e lo sfondo invece troppa luce
    (mio parere ovviamente)
    La pecora non mi pare sia stata molto contenta di questo ritratto, sembra ti stia rimproverando ahahahah

    1. @ Patrizia, insomma, praticamente una schifezza! 😦 Scherzo, dai, sulla luce hai ragione, ma non del tutto.

      E se ti dicessi che questa foto l’ho scelta proprio perché non è perfetta da un punto di vista tecnico, che dici?

      Siamo abituati a vedere le foto come se fossero tutte delle belle cartoline, ma dove sta veramente la differenza? Alle volte certi effetti sono voluti, il mosso, lo sfocato, la luce, i contrasti… (lo stesso problema si è posto con il ponte Adamillo)
      Dicevo giusto oggi con Solindue che la rete è piena di foto bellissime, di foto perfette, e i mezzi oggi più che mai ci aiutano a confezionare un prodotto che proprio perché ha un risultato troppo scontato, subisce di un’omologazione che lo rende al tempo stesso come se fosse un dejà vu.

      Ma quante di quelle bellissime foto dicono veramente qualcosa?

      Ovviamente non voglio dire che la mia dica qualcosa, può darsi e ai posteri l’ardua sentenza ma, la tua osservazione, sacrosanta e giusta, mi dà l’opportunità di riflettere e, perché no, di aprire un dibattito, perché lo scambio di idee sull’argomento credo siano positive.

      E allora, su coraggio, parliamone.

      Quando è che ritieni che una foto sia bella? Il dibattito è ovviamernte aperto a tutti.

      Un esempio di belle cartoline:
      https://ilmondodiarthurphoto.wordpress.com/2011/09/22/ponte-vecchio/

      https://ilmondodiarthurphoto.wordpress.com/2011/09/19/ancora-firenze/

      https://ilmondodiarthurphoto.wordpress.com/2011/09/09/firenze/

  2. Ciao Arthur
    Ecco il mio pensiero
    Oramai sapete che sono un fotografo professionista…..
    Come ho già detto ho collaborato x 10 anni nello studio di Aldo Ballo, il più bravo fotografo italiano di architettura d’interni e design industriale e arredamento.
    Lui era maniacale le sue foto erano sotto ogni punto di vista perfette.
    La luce veniva sempre da sinistra, tutto era molto semplice essenziale pulito.
    Quindi io sono cresciuto con queste esperienze x me sacre, finche un giorno ho visto una mostra di un fotografo, Carmelo Buongiorno ( guarda caso siciliano come Aldo ) le foto erano bellissime tutte sfocate, per me inconcepibile fino a quel momento….
    Ho capito che si poteva interpretare la foto in tanti modi nulla era x sempre…..
    Le foto possono essere belle o brutte, è difficile interpretarle…dipende dalla cultura, esperienza, preparazione, gusto, percorsi di vita, voglia di sperimentare……. di chi le osserva.
    La mia creazione attuale mi porta ha sperimentare di tutto, scatto foto con iphone e Hipstamatic è una applicazione che scatta come una vecchia macchina con ottiche di plastica…le foto sono bellissime nella loro casualità e imperfezione.
    Però da questo mese ho il desiderio di foto più ” seriose…ricercate ” meno casuali più ragionate, ho ripreso a fotografare con Nikon professionali, le pubblico nel nuovo Blog.
    La discussione è molto interessante….
    x finire io fotografo murales, cerco di estrapolare particolari che mi ricordano opere di Artisti Astratti Contemporanei.
    Un mio amico fotografo amatoriale molto impegnato in foto, dice che sono delle schifezze, pasticci….
    Il mondo è bello perche è “avariatoooooooooo”
    ciao
    con simpatia
    Duil

    Ps: io scatto sempre…. poi riguardo e interpreto, tengo anche le foto mosse, molte volte mi piacciono + di quelle a modino perfettineeeeeee

    Vento mi manca tantoooooooooooooooooooooooo

    ma da quando hai i fiori rossi nel tuo Gravatar ?

    1. @ Duil: la mia discussione è nata dal commento di Patrizia, ma non prescinde dal fatto che una foto ben fatta debba essere quanto meno perfetta tecnicamente.

      Quindi concordo con Aldo Baldo, ma credo si debba fare un passo avanti. La fotografia, come la pittura, la scultura, come insomma tutte le arti è essenzialmente espressione, che nasce soprattutto da delle emozioni, che ognuno, a modo suo, interpreta nel modo che gli è più congeniale.

      Ho la presunzione di conoscere abbastanza la tecnica per sapere che è l’unico mezzo (questa conoscenza) per far sì che l’espressione si realizzi in tutta la sua completezza. Non potrei pensarla diversamente, perché altrimenti anche il mio lavoro ne risentirebbe. Quindi, conoscenza, competenza la ritengo indispensabile.

      Ma credo che, come ho detto, bisogna andare avanti. In fondo anche Picasso, Van Gogh, Monet, il loro percorso artistico l’hanno iniziato con i classici. Dirai, cosa c’entra? C’entra, c’entra, perché è così che mi ricollego al tuo discorso. In questo momento stai attraversando, se non ho capito male, una fase di ricerca, dove non è importante mettere in pratica i canoni classici della fotografia, perché ciò che t’interessa è la sensazione che scaturisce dal desiderio di realizzare delle foto che appaghino essenzialmente il tuo lato emozionale.

      Sbaglio? E qui vengo al punto. Oggi ho pubblicato due foto che da un punto di vista della tecnica, sono assai carenti, luce e contorni non risaltano così come dovrebbero, ma sono frutto di un attimo che, prescindendo da ogni cosa, ho voluto immortalare, cercando di dare ad ognuna di queste immagini, una valenza diversa dalla classica rappresentazione di un momento, di un evento. E’ ovviamente un mio pensiero, non necessariamente condivisibile, ma che nasce perché altrimenti scattare una fotografia resta fine a se stesso, invece così può avere un seguito, nel confronto, positivo o negativo che sia, non importa.

      Non so se mi sono spiegato, ma le mie fotografie nascono solo ed esclusivamente con questo scopo.

      Ps: quelli del mio avatar non sono fiori rossi, ma peperoncini rossi. 🙂

  3. a me il ritratto della capra piace!! 😀 ma detto da “una capra” in fotografia non so quanto può valere il mio giudizio 😳

      1. mmm bella domanda… finché atterro sul morbido…. hahahaha
        dai mi iscriverò a uno di quei corsi di autostima?! 😀 😀
        Ormai la conosci la Lely scherza sempre :mrgreen:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...